L’Unione Europea ha lanciato il nuovo programma di sostegno alle Pmi per il periodo 2014-2020, denominato “Cosme”, che idealmente prosegue le attività inserite nell’attuale programma quadro per la competitività e l’innovazione (CIP).
Cosme, che ha una dotazione finanziaria di 2,5 miliardi di euro, ha l’obiettivo di incrementarne la competitività delle Pmi sui mercati, anche internazionali, sostenendo l’accesso ai finanziamenti ed incoraggiando la cultura imprenditoriale, inclusa la creazione di nuove imprese.
In particolare il nuovo programma si rivolge a:

  1. imprenditori, soprattutto PMI, che beneficeranno di un accesso agevolato ai finanziamenti per le proprie imprese;
  2. cittadini che desiderano mettersi in proprio e devono far fronte alle difficoltà legate alla creazione o allo sviluppo della propria impresa;
  3. autorità degli Stati membri che riceveranno una migliore assistenza nella loro attività di elaborazione e attuazione di riforme politiche efficaci.

COSME si concentrerà sugli strumenti finanziari e sul sostegno all’internazionalizzazione delle imprese ed è stato semplificato per agevolare la partecipazione delle piccole imprese.
Gli obiettivi generali del programma:

  • Migliorare l’accesso ai finanziamenti destinati alle PMI sotto forma di capitale o debito. Il programma prevede in primo luogo uno strumento di capitale per gli investimenti in fase di sviluppo che fornirà alle PMI, tramite intermediari finanziari, finanziamenti di capitale  rimborsabili ad orientamento commerciale, sotto forma di capitale di rischio. In secondo luogo, uno strumento di prestito che prevede accordi di condivisione dei rischi diretti o di altro tipo con intermediari finanziari per coprire i prestiti destinati alle PMI.
  • Agevolare l’accesso ai mercati sia dell’Unione che mondiali. Il programma prevede servizi di sostegno alle imprese orientate alla crescita, tramite la rete Enterprise Europe, per favorirne l’espansione commerciale nel mercato unico. Cosme fornirà inoltre sostegno commerciale alle PMI al di fuori dell’UE,  sosterrà la cooperazione industriale internazionale, in particolare per ridurre le differenze nei contesti normativi ed imprenditoriali tra l’UE e i suoi principali partner commerciali.
  • Migliorare l’accesso ai finanziamenti destinati alle PMI, di particolare interesse sono le azioni in grado di colmare il gap fra una cultura finanziaria e le esigenze di crescita delle piccole e medie imprese. È prevista, infatti, la creazione di un fondo (Equity Facility for Growth) di supporto alla crescita dimensionale delle imprese tramite il ricorso al venture capital. Un altro strumento (Loan Guarantee Facility) faciliterà l’accensione di prestiti per un importo fino a 150.000 euro per tutti i tipi di piccole e medie imprese. Entrambi questi strumenti saranno gestiti dal FEI (Fondo europeo per gli investimenti) in accordo con le istituzioni finanziarie degli Stati membri;
  • Promozione dell’imprenditorialità. Le attività in questo settore comprenderanno lo sviluppo di abilità e attitudini imprenditoriali, in particolare tra i nuovi imprenditori, i giovani e le donne.

Il budget è di circa 2,3 miliardi di euro, il 60% dei quali destinato agli strumenti finanziari previsti dll’obiettivo “Accesso al credito”. Possono accedere ai bandi:

  • imprenditori già attivi sul mercato, in particolare PMI (accesso semplificato a fondi per sviluppo, consolidamento o crescita del business);
  • aspiranti imprenditori (sostegno nella realizzazione dei progetti d’impresa);
  • pubbliche amministrazioni (strumenti per migliorare le condizioni per fare impresa).

Si prevede che il programma assisterà circa 39.000 imprese all’anno, aiutandole a creare o a salvare 29.500 posti di lavoro e a lanciare 900 nuovi prodotti, servizi o processi commerciali.
L’accesso al credito sarà più facile, specie per gli imprenditori che desiderano avviare attività transfrontaliere, con 3,5 miliardi di prestiti e investimenti aggiuntivi previsti per le imprese europee.

Dei 2,5 miliardi di euro di dotazione finanziaria per l’attuazione del programma, 1,4 miliardi saranno destinati agli strumenti finanziari.

Programma COSME

Accesso al credito: nuovo portale della UE Access to Finance