Nell’ambito del programma EaSI – Asse Progress, la Commissione europea ha pubblicato un bando per il sostegno a un progetto riguardante la mobilità dei professionisti. L’obiettivo del bando è verificare se vi sia la necessità di un programma di mobilità dei professionisti, in particolare per le piccole e medie imprese e le associazioni rappresentative delle imprese a livello europeo.

Il bando finanzierà un solo progetto orientato a:
-Esaminare lo stato di fatto e la necessità di un’azione a livello europeo;
-Ideare, testare e valutare un programma pilota di sostegno a distacchi transfrontalieri di breve durata per i lavoratori, tenendo conto dei risultati del sondaggio, dei workshop con i datori di lavoro, degli studi e iniziative in atto, della valutazione del programma pilota;

-Esplorare le possibili opzioni per un futuro intervento dell’UE in questo ambito e i suoi benefici e ostacoli, tenendo conto dei risultati dell’analisi e dell’azione pilota.

Il progetto, della durata di 18 mesi, dovrà quindi strutturarsi in una componente analitica, per valutare i bisogni e gli ostacoli e in una componente orientata all’azione, per contribuire a realizzare circa 100-300 distacchi di lavoratori.

Il progetto deve avere una significativa dimensione europea, ossia assicurare l’attuazione dell’azione in almeno 5 Paesi ammissibili al programma EaSI-Asse Progress: Stati UE, Paesi EFTA/SEE (solo l’Islanda e Norvegia), Paesi candidati.

Possono presentare progetti le organizzazioni o associazioni rappresentative dell’interesse dei datori di lavoro stabilite a livello europeo. Lead applicant e co-applicant devono essere stabiliti in uno dei Paesi ammissibili al programma EaSI-Asse Progress.

Il budget a disposizione del bando è di 2 milioni di euro; il cofinanziamento UE potrà coprire fino al 95% dei costi totali ammissibili del progetto.

Scadenza 26 giugno 2015.

Documentazione completa e sistema SWIM per la presentazione delle proposte per via telematica