Questa tipologia di sovvenzioni del Consiglio europeo della ricerca, lanciata per la prima volta con due bandi pilota nel 2012 e nel 2013, è destinata a supportare piccoli gruppi di Principal Investigator e le loro equipe di ricerca nell’unire competenze, conoscenze e risorse al fine di affrontare sfide ambiziose di ricerca. L’obiettivo è incoraggiare nuovi metodi/tecniche di ricerca, tra cui approcci non convenzionali e interdisciplinari, e supportare una stretta collaborazione che produca una ricerca d’avanguardia, in grado di condurre a risultati scientifici originali o anche imprevedibili. Le sovvenzioni sono destinate a gruppi costituiti da un minimo di 2 ad un massimo di 4 Principal Investigator che intendono svolgere attività di ricerca in un Paese UE o in un Paese associato.

Beneficiari: i Principal investigator possono essere ricercatori di qualsiasi età e nazionalità, residenti in qualsiasi Paese, che presentino un curriculum scientifico di successo o decennale, mentre l’istituto ospitante coinvolto nel progetto potrà essere un ente pubblico o privato legalmente costituito, situato nei suddetti Paesi.

Budget: 250 milioni di euro. Il finanziamento può arrivare fino a un massimo di 10 milioni di euro per un progetto di 6 anni (con riduzioni proporzionali per progetti di durata inferiore).

Il termine per la presentazione delle candidature è il 14 Novembre 2017.

Maggiori informazioni

ERC Work Programme 2018