Il bando, pubblicato nell’ambito del Pilastro “Sfide della società” di Horizon 2020 sul tema Azione per il clima, ambiente, efficienza delle risorse e materie prime, ha lo scopo di affrontare una delle sfide più importanti del 21° secolo: l’urbanizzazione di massa. Le città e le comunità urbane devono far fronte a sfide legate alla cattiva qualità dell’aria, l’aumento dei rischi di alluvioni, l’aumento della frequenza e gravità degli eventi estremi, l’esclusione sociale, le disuguaglianze, ambienti urbani degradati: queste sfide hanno gravi ripercussioni sulla salute umana, la qualità della vita, il benessere e la sicurezza dei cittadini, in particolare tra le classi sociali meno privilegiate. Le soluzioni basate sull’utilizzo delle risorse naturali possono migliorare in modo significativo la resilienza delle città ai cambiamenti climatici, la gestione sostenibile delle risorse idriche, la vivibilità delle città, la rigenerazione di quartieri indigenti, la salute e la qualità della vita dei cittadini, la coesione sociale. La sfida è quindi quella di fornire una base di conoscenze in tutta Europa e sviluppare un quadro di riferimento per le autorità cittadine regionali e locali, le comunità, le imprese e gli altri stakeholder, riguardo ai benefici che queste soluzioni innovative comportano. Il ruolo dell’innovazione sociale, e quindi l’inclusione di discipline come scienze sociali, diritto, economia, scienze politiche, architettura o studi di progettazione, è particolarmente importante per affrontare adeguatamente queste sfide complesse. Per il 2017, le proposte devono riguardare soluzioni innovative basate sull’utilizzo delle risorse naturali per la rigenerazione urbana inclusiva, attraverso la riqualificazione delle zone svantaggiate o delle aree abbandonate, e dimostrare in che misura queste soluzioni possono ridurre i costi della sicurezza, migliorare la salute umana, il benessere e la coesione sociale.

Beneficiari: possono partecipare i soggetti giuridici stabiliti all’interno degli Stati Membri, dei Paesi e territori d’oltremare (PTOM) legati agli Stati Membri, dei Paesi Associati (AC), altri Paesi e Organizzazioni;

Budget: 44.000.000,00 euro per l’anno 2017

Scadenza. La procedura di candidatura è a 2 fasi: 1° fase – 7 Marzo 2017; 2° fase – 5 Settembre 2017

Participant Portal